logo di stampa italiano
 
 
Sei in: Quadro regolatorio e tariffe » Tariffe » Igiene urbana

Igiene urbana

Nell' anno 2006 il servizio di Igiene Urbana (escluso il Gruppo Aspes) è stato erogato in 133 comuni.

Di essi il 47% (62 comuni) ha adottato il regime tariffario ai sensi del Dpr 158/99 servendo una popolazione pari al 62% del territorio servito. Con il consolidamento del Gruppo Aspes, che serve un territorio di 10 Comuni, di cui 9 hanno già adottato il regime tariffario da DPR 158/99, i Comuni serviti dal Gruppo Hera nel 2006 risultano pari a 143.

Rimane ancora notevolmente disomogenea l'applicazione del metodo normalizzato con un evidente gap dei ricavi ammessi rispetto a quelli effettivi con una copertura costi pari a ca. il 93% sull’intero territorio.

 
Igiene Urbana (escluso Aspes)

Consuntivo 2005

Consuntivo 2006

Incrementi %

Ricavi (Mln Euro)

280,7

295

5%

Abitanti serviti (‘000)

2.294

2.305

4,70%

Ricavo medio unitario (Euro/Abitante)

122,4

127,8

4,40%

 
Igiene Urbana (consolidato Aspes)Consuntivo 2005

Consuntivo 2006

Incrementi %

Ricavi (Mln Euro) 

318

n/a

Abitanti serviti (‘000) 

2.439

n/a

 

Al netto del consolidamento del Gruppo Aspes, l’incremento dei ricavi nel 2006 per il servizio di Igiene Urbana ai Comuni in concessione rispetto al 2005 risulta essere pari al 5%, tale risultato è dovuto principalmente alla crescita della popolazione servita per circa 1%, alla crescita del tariffa per circa il 2%, alla realizzazione di recupero ricavi per elusione e/o evasione per circa il 1% ed ad un delta servizi per la rimanente parte.