logo di stampa italiano
 
 
Sei in: Analisi per Area d'Affari » Area Ciclo Idrico Integrato

Area ciclo idrico integrato

Con l’integrazione dell’area pesarese il Gruppo attualmente opera nell’area della gestione del Ciclo Idrico Integrato in oltre 180 comuni con oltre 2,5 milioni di abitanti, con una copertura praticamente completa del territorio di riferimento.

Hera opera in 7 ATO coincidenti con le Province di Ravenna, Ferrara, Forlì-Cesena, Rimini, Modena, Bologna e Pesaro.

Con tutte le citate Agenzie sono state attivate le convenzioni che regolano il Servizio Idrico Integrato e che garantiscono al Gruppo, oltre al prolungamento delle concessioni in media fino al 2022, la certezza dell’evoluzione tariffaria, in generale, fino alla fine del 2007, con la garanzia di giungere nei prossimi anni alla prevista remunerazione del capitale investito, secondo il disposto della cosiddetta Legge Galli.

In relazione a quanto sopra l’area del Ciclo Idrico Integrato evidenzia un miglioramento dei propri risultati superiore alla media del Gruppo e migliora il proprio peso percentuale, come evidenziato nella tabella seguente:

(mln/€)31-dic-05
pro-forma
31-dic-06Var. Ass.Var. %
Margine operativo lordo area94,3107,5+13,2+14,0%
Margine operativo lordo gruppo386,4426,7+40,3+10,4%
Peso percentuale24,4%25,2%+0,8 p.p. 
 

I risultati al termine del 2006 mostrano un andamento in linea con le attese, con un aumento dei ricavi legto allo schema tariffario approvato dalle ATO, ed una incremento dei volumi inferiore al passato.

In seguito si propone un’analisi dei risultati della gestione realizzati nell’area Ciclo Idrico Integrato.

Conto economico
(mln/€)
31-dic-05
pro-forma
Inc%31-dic-06Inc%Var. Ass.Var. %
Ricavi346,2 398,4 +52,2+15,1%
Costi operativi(263,2)-76,0%(319,2)-80,1%-56,0+21,3%
Costi del personale(75,4)-21,8%(85,3)-21,4%-9,9+13,2%
Costi capitalizzati86,725,0%113,628,5%+26,9+31,1%
Margine operativo lordo94,327,2%107,527,0%+13,2+14,0%
 

Nel 2006 sono state realizzati ricavi per 398,4 milioni di euro, in crescita del 15,1% rispetto al 2005, in relazione al consolidamento del Gruppo Aspes di Pesaro per 18,8 milioni di euro, pari ad un incremento del 5,4%, agli aumenti tariffari legati agli accordi con gli ATO per circa 14,4 milioni di euro, ad un incremento dei volumi per circa 6,0 milioni di euro e la restante parte all’aumento dei servizi complementari gestiti.

La tariffa media del Ciclo Idrico Integrato incrementa del 4,9% passando da 1,29 € per metro cubo del 2005 a 1,35 € per metro cubo del 2006.

L’aumento dei costi è derivante, oltre che dal citato consolidamento delle aziende pesaresi per circa 9,3 milioni di euro e dai maggiori servizi erogati, dalle maggiori capitalizzazioni interne relative agli investimenti del Piano d’Ambito e dai maggiori costi dell’energia elettrica causati dall’aumento dei prezzi già evidenziato nei paragrafi precedenti.

I principali dati quantitativi dell’area, esposti di seguito, non evidenziano scostamenti significativi tra i due periodi in esame.

Dati quantitativi31-dic-05
pro-forma
31-dic-06Var. Ass.Var. %
Numero utenti (unità in migliaia)914,0982,4+68,4+7,5%
Volumi venduti (milioni di mcubi)   
Acquedotto228,4243,6+15,2+6,7%
Fognatura199,7208,6+8,9+4,4%
Depurazione205,8216,0+10,2+5,0%
 

Nel Ciclo idrico i clienti, tenendo conto anche dell’area di Pesaro, hanno superato le 980 mila unità,

I volumi sono aumentati, al netto del contributo dell’area pesarese, del 2,0%: tale valore considerando anche i nuovi comuni serviti, è risultato inferiore alle previsioni di circa l’1% in relazione soprattutto alle iniziative di sensibilizzazione al risparmio idrico sviluppate nel corso del 2006.

Il Margine Operativo Lordo al termine del 2006 aumenta di 13,1 milioni di euro, passando a 107,4 milioni di euro rispetto ai 94,3 milioni di euro relativi all’anno precedente, con un miglioramento del 13,9%.

 
Allegati